Grigliate: consigli utili per proteggersi dai rischi

Le grigliate sono un modo conviviale per festeggiare l’estate in famiglia o tra amici, purché si conoscano tutti i rischi che esse comportano. Sono molte le persone che si ustionano quando accendono il fuoco o ravvivano le braci. Bisogna inoltre adottare alcune precauzioni per evitare lo sprigionarsi di sostanze cancerogene durante la cottura degli alimenti.

Ustioni e incendi: per cucinare alla griglia ci vogliono pazienza e buon senso

La prima precauzione da prendere è di non utilizzare la griglia in un locale chiuso o sotto la tettoia di un garage, in prossimità di alberi, arbusti o altro materiale infiammabile (ombrelloni ecc.). Inoltre, durante le ondate di calore o quando c’è molto vento è meglio non accendere la griglia. In presenza di condizioni meteo favorevoli, scegliete un apparecchio stabile e collocatelo su un suolo anch’esso stabile.

Per evitare scintille e fiammate improvvise accendete il fuoco con l’apposito accendifuoco e non con alcol denaturato (estremamente infiammabile, rischio di esplosioni ecc.). Non ravvivate mai il fuoco con un accendifuoco. Potete aggiungere dei rami secchi per ottenere nuove braci o provare con un pizzico di sale grosso (trucco della nonna!). Manipolate gli alimenti grigliati con dei guanti da cucina e con l’aiuto di un forchettone da griglia.

Accanto alla griglia collocate tutto il necessario per spegnere il fuoco in caso di pericolo (tubo per l’irrigazione, estintore). Alla fine della festa non dimenticate di spegnere le braci, ad esempio rovesciandoci sopra un secchio di sabbia o d’acqua.

Naturalmente i bambini devono stare lontani dalla griglia.

I cibi grigliati sono cancerogeni?

La cottura alla griglia viene spesso accusata di essere nociva per la salute. Ecco gli accorgimenti da rispettare: la griglia deve trovarsi a 10 cm dalla brace e gli alimenti devono essere ben cotti ma non troppo! Particolarmente pericoloso è il contatto degli alimenti con le fiamme perché fa sprigionare sostanze tossiche.

Lasciate che l’accendifuoco bruci completamente prima di collocare la carne sulla griglia. Potete anche ricoprire il fuoco di ceneri. Prima di consumare gli alimenti grigliati eliminate la parte annerita, sia dalla carne che dalle verdure.

Infine, pulite la griglia ad ogni uso in modo da rimuovere le incrostazioni di sostanze tossiche.

Ultime due raccomandazioni: scegliete del carbone di legna depurato e, se avete una griglia a gas, verificate che non vi siano fuoriuscite di gas dai tubi.

Intossicazioni alimentari: manipolare la carne cruda comporta dei rischi

Tirate fuori la carne dal frigorifero poco prima di cucinarla. Ricordatevi di lavarvi le mani prima e dopo aver manipolato la carne cruda e non riutilizzate lo stesso piatto per servire la carne una volta cotta. La carne cruda contiene dei batteri che vengono eliminati soltanto a cottura completa. Per evitare intossicazioni adottate le consuete precauzioni.

Il segreto di una grigliata senza rischi? Delle buone braci! Non abbiate fretta, per cucinare alla griglia ci vuole tempo, sia per prevenire il rischio di ustioni che per salvaguardare la salute di familiari e amici.

In caso di incidenti chiamate il 144.

Per sapere quali misure adottare seguite uno dei corsi di pronto soccorso organizzati dalla Croce Rossa Svizzera.