Adolescenti vittime di cyberbullismo: come comportarsi?

Il cyberbullismo consiste in ripetute molestie perpetrate da aggressori nei confronti di una vittima con l’intento di nuocerle. Il fenomeno può assumere svariate forme: regolamento di conti su Internet, foto o video messi online senza permesso, diffusione di voci false, creazione di un falso profilo con il nome della vittima o di un gruppo per insultarla pubblicamente, contatti indesiderati (con intenti sessuali), insulti, minacce, prese in giro, ricatti, intimidazioni, ecc.

Sei vittima di cyberbullismo? Parlane con un adulto il prima possibile!

Teenager Opfer von Cybermobbing

Consigli agli adolescenti: come reagire in caso di cyberbullismo

Sei il bersaglio di un gruppo su un social network e pensi di essere vittima di cyberbullismo?

  • Chiedi immediatamente aiuto ai tuoi genitori o a un adulto di cui ti fidi. Non esitare a parlarne, anche se la cosa ti imbarazza.
  • Individua il tuo aggressore e spiega ai tuoi genitori ciò che ti ha fatto subire fino a presente.
  • Raccogli delle prove: nickname del tuo aggressore, screenshot delle discussioni e dei post pubblicati a tua insaputa, ecc.
  • Segnala il colpevole sui social network, bloccalo affinché non possa più interagire con te, cancella i contenuti che non vuoi più vedere sulla tua bacheca virtuale (o richiedi alla piattaforma che utilizzi di eliminarli).
  • Se gli aggressori sono compagni di classe, i tuoi genitori devono denunciare il fatto alla direzione della scuola. Se necessario potete denunciare l’accaduto o chiedere consiglio alla Prevenzione Svizzera della Criminalità.

Parlane con un adulto di cui ti fidi: lui potrà rapidamente aiutarti a mettere fine a questo incubo!

Consigli ai genitori: il vostro ruolo è cruciale

Prestate attenzione

Su Internet le prese in giro assumo proporzioni gigantesche poiché possono raggiungere un pubblico molto vasto. Inoltre, avendo sempre accesso al web tramite il suo smartphone, vostro figlio adolescente non si sente mai al sicuro, nemmeno a casa.

Prestate attenzione al suo comportamento e notate eventuali sintomi di malessere, ad esempio perdita dell’appetito, disturbi del sonno, chiusura in se stesso, aggressività, problemi a scuola. Cercate di parlargli per capire se è vittima di molestie. Non è facile per lui toccare certi argomenti, sforzatevi di fare del vostro meglio per aiutarlo.

Gestire le proprie emozioni è di per sé molto complicato durante l’adolescenza e lo diventa ancora di più quando si è vittima di bullismo. L’esasperazione può far pensare addirittura al suicidio. Sostenete vostro figlio standogli accanto: per ritrovare fiducia in se stesso deve sentirsi totalmente al sicuro insieme a voi.

L’importanza di un comportamento corretto sul web

In quanto genitori il vostro ruolo è di insegnare, accompagnare e proteggere. Attuate tutte le misure necessarie per prevenire il cyberbullismo o per farlo cessare se vostro figlio ne è vittima. Ecco alcuni provvedimenti preventivi da insegnare a vostro figlio:

  • Accettare tra la sua rete di contatti solo persone conosciute
  • Fare molta attenzione a ciò che si pubblica
  • Non trasmettere mai a terzi nomi utenti e password
  • Impostare i parametri di sicurezza

Controllate le sue attività su Internet, parlatene con lui e fissate delle regole (p.es. il tempo che può trascorrere navigando sul web).

Accompagnate vostro figlio adolescente passo dopo passo per insegnarli a utilizzare correttamente Internet e i social network. Seguire un corso su questo argomento e proporlo anche a lui può essere una buona idea. Conoscete le formazioni sulla sensibilizzazione ai social media proposte dalla Croce Rossa Svizzera?