Viaggiare in aereo con i bambini

L’estate è tempo di vacanze, ma è possibile prendere l’aereo anche se si hanno figli neonati o ancora piccoli? La risposta è sì, basta adottare qualche piccola accortezza.

© CRS, Ruben Ung

Chi ben si prepara è già a metà dell’opera. Non potendo infatti sapere come reagirà il bambino durante il suo primo volo, è meglio adottare qualche precauzione per assicurarsi un viaggio senza stress. È utile ad esempio preparare uno zainetto con tutte le sue cose da sistemare sotto al sedile a portata di mano e non esitare a portare con sé tutto ciò che può contribuire a intrattenere il piccolo anche durante tempi d’attesa non previsti.

Se vostro figlio ha un peluche o un altro oggetto a cui è molto affezionato preparatelo a separarsene per qualche istante al controllo di sicurezza. Gli aeroporti e le compagnie aeree propongono numerosi servizi destinati alle famiglie e ai bambini piccoli, perché non avvalervi quindi di quelli che potrebbero tornarvi utili?

  • Andate nell’area giochi dell’aeroporto dedicata alle famiglie in modo che il bambino possa scaricare le energie come si deve ancora una volta prima dell’imbarco.
  • Non dimenticate di portare con voi vestiti di ricambio, ciuccio e ciò che vi occorre per cambiargli il pannolino.
  • Al controllo di sicurezza è possibile portare con sé anche abbondanti quantità di alimenti per neonati, che saranno però controllati separatamente. Tenete quindi conto che il controllo potrebbe durare più a lungo.
  • Se il bambino mangia di tutto potete richiedere degli alimenti per neonati direttamente al personale di bordo.
  • Prenotate un menù per bambini e comprate in anticipo qualche snack.
  • Preparate in precedenza i biberon con la giusta quantità di latte in polvere e fateli poi riempire di acqua calda dal personale di bordo.

Effetti indesiderati delle cabine pressurizzate

All’interno degli aerei l’aria è molto secca ed è quindi importante bere tanto e, durante i viaggi lunghi, usare una crema idratante. Inghiottire, succhiare o masticare aiuta a evitare i problemi legati alla pressurizzazione della cabina. Se viaggiate con bambini potete quindi:

  • Dare ai neonati e ai bambini piccoli il biberon o il ciuccio al momento del decollo e dell’atterraggio.
  • Dare ai bambini più grandicelli una gomma da masticare o una bibita senza zucchero.

Se vi siete già occupati del check-in non vi resta che imbarcarvi e sistemarvi nei posti che avete scelto. Ogni famiglia ha le sue preferenze: vicino al finestrino per i bambini più grandi, in prima fila per avere più spazio per muoversi oppure lato corridoio e vicini alle toilette. Infine, per calmare i bimbi che fanno i capricci, molti genitori puntano sull’effetto a sorpresa: tirare fuori durante il volo snack e giocattoli portati da casa.

Come reagire in situazioni di emergenza con i bambini: Nel corso «Emergenze con i bambini» i partecipanti imparano ad agire in modo sicuro in caso di situazioni di emergenza con bambini. Il corso pone l’accento in particolare sulla giusta procedura da adottare e sull’attuazione
di misure di primi soccorsi in caso di bambini coscienti oppure privi di sensi o esanimi.