Bambini che gattonano: che rischi corrono?

Non appena il bambino inizia a spostarsi da solo, è necessario rendere più sicuro l’ambiente che lo circonda. Bastano tre semplici regole per scongiurare il pericolo di soffocamento, intossicazione, ustione, elettrocuzione e caduta.

bambino a quattro zampe

1)     Mettere fuori dalla portata del bebè tutto ciò che potrebbe mettersi in bocca

Controllate che nessun oggetto pericoloso si trovi per terra o alla portata del bambino: monete, penne, rasoi, spille, biglie, alimenti di piccole dimensioni, sciarpe, sacchetti di plastica, pastiglie, ecc. Questi oggetti sono pericolosi in quanto il piccolo potrebbe soffocarsi mettendoseli in bocca oppure farsi mali giocandoci e portandoseli dietro mentre si sposta.

Conservate i detersivi su ripiani che gli sono inaccessibili e fate inoltre attenzione alle piante velenose. In poche parole passate in rassegna tutto ciò che si trova vicino al pavimento e che il bebè potrebbe toccare o prendere.

2)     Rendere inaccessibili le zone pericolose

Utilizzate delle copriprese su tutte le prese elettriche per evitare che il bambino ci infili le dita! Fissate anche delle protezioni che impediscono di aprire gli sportelli, una barriera all’inizio delle scale, una protezione sul vetro del forno. Chiudete le porte delle stanze dove non volete che vada oppure montate una barriera all’entrata.

3)     Rendere sicuro il luogo in cui il bambino gioca e impara

Dopo avere imparato a gattonare, il piccolino cercherà progressivamente di alzarsi in piedi. Per farlo si reggerà a tutto ciò che trova: mobili, divani, tavolini, sedie, ecc. Controllate che tutti questi oggetti siano ben stabili e non rischino di cadergli addosso. Fate inoltre attenzione che non gli rimangano le dita incastrate nelle porte.

Create uno spazio ludico in cui tutti i giocattoli sono adatti alla sua età e al suo sviluppo.

Se durante il bagnetto vuole mettersi a carponi prestate ancora più attenzione per evitare il rischio di annegamento.

Il bambino non va mai perso di vista, ma queste precauzioni indispensabili permettono di proteggerlo dagli incidenti domestici, più frequenti di quanto si pensi! Allo stesso tempo, però, incoraggiatelo a muoversi mettendogli a disposizione uno spazio libero sufficientemente grande. Osservatelo bene e vedrete come impara in fretta!

Siete babysitter? Avete già pensato di frequentare un corso per imparare a prendervi cura di bebè e bambini piccoli?